Il video che uccise la radio

buggles_videokilledI miei fornitori ufficiali di dischi tra il 1979 e il 1985 furono il negozio vicino casa dal nome alquanto suggestivo, Discoteca70, e i magazzini della Standa, dove con 1.500 lire potevi comprare il brano che sentivi almeno dieci volte in una giornata. A Discoteca70 inizierà il mio primo vero viaggio musicale, con l’acquisto del 45 giri che ha precorso gli anni 80: Video Killed the Radio Star, realizzato del gruppo britannico The Buggles.

Il brano, nonostante sia stato pubblicato nel 1979, ha tutte le caratteristiche della tipica canzone anni Ottanta, essendo caratterizzato da una preponderanza di tastiere e sintetizzatori uniti ai tipici strumenti elettrici di matrice rock. Anche il testo è in qualche modo lungimirante, un vero e proprio manifesto sulle potenzialità della televisione nell’ambito musicale a discapito della radio, ormai passata in secondo piano specialmente dopo l’avvento della creazione di MTV, emittente che (e non a caso) inaugurerà le trasmissioni nel 1981 proprio con il video in questione. Mente del gruppo è Trevor Horn, re Mida del pop inglese e produttore successivamente di gruppi come Pet Shop Boys e Frankie Goes to Hollywood, al quale si accompagna il tastierista Geoff Downes.

Piccola curiosità: nel video compare anche Hans Zimmer, collaboratore all’epoca del gruppo (e   successivamente componente degli Italiani Krisma) divenuto conosciuto negli anni a venire per la realizzazione di colonne sonore come L’uomo della pioggia, Thelma & Louise e il Il gladiatore e Il cavaliere oscuro.

Riassumendo: “Televisione 1 – Radio 0”.

Annunci