Il neoromanticismo musicale dei Visage

Quando si parla di new wave il binomio più naturale che mi viene in mente è sicuramente “new romantic”: chi ha vissuto la decadFeatured imagee ottanta lo avrà spesso identificato con gruppi musicali come Spandau Ballet o Duran Duran.

Il neoromanticismo musicale nasce e si sviluppa principalmente  in Gran Bretagna,  a ridosso del fenomeno punk, verso la fine anni settanta, e  vede come centro propulsore il club “Blitz” di Londra, frequentato da giovani aspiranti dandy  (fra i quali  Boy George e un giovanissimo George Michael) che ostentano look eccentrici con pizzi e merletti, mentre danzano al suono di una nuova musica sintetica con tinte scure o sarebbe il caso di dire grigie.

La figura chiave del movimento è  il gallese Steven John Harrington alias “Steve Strange”,  frontman del neonato gruppo “Visage”,  che annovera fra i suoi componenti anche Midge Ure, di lì a breve nuovo cantante degli Ultravox. Il primo singolo non riscuoterà il  successo sperato, ma dopo l’apparizione di Steve Strange nel video “Ashes To Ashes” di David Bowie,

i Visage (forse sfiorati dall’aura  magica del “duca bianco”) cominciano la loro ascesa (breve ma intensa) realizzando alla fine del 1980 il singolo “Fade to grey”, uno dei brani più significativi del sinth pop internazionale e ancora oggi punto di riferimento di quell’epoca così fervente e stravagante.

Anche in Italia nel 1981 il brano ottiene un discreto successo (ricordo  le radio proporlo spesso e volentieri nell’estate di quell’anno) anche se in generale il movimento “new romantic” non avrà nella nostra penisola un seguito come nel resto d’Europa. Il fenomeno purtroppo si esaurisce anche in patria dopo pochi anni e resterà un ricordo grazie a band come i già citati Spandau Ballet, che anche nel loro ultimo tour della fortunata reunion, nella loro scaletta hanno dedicato a questo loro felice periodo un medley di successi intitolato “Blitz medley”, omaggiando peraltro anche il loro amico Steve Strange, scomparso prematuramente all’inizio di quest’anno e da loro mai dimenticato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...